Menis (UIL FVG): “gettate le basi per favorire i processi di collocazione lavorativa, in particolare quella dei giovani”

Un protocollo di collaborazione tra la Fincantieri, la Regione Fvg e le organizzazioni sindacali di CGIL-CISL e UIL è stato siglato mercoledì a Trieste. Il documento innovativo impegna le parti a collaborare sulle politiche attive del lavoro.

“Si tratta di un’intesa pilota volta ad attuare una serie di azioni capaci di favorire i processi di collocazione lavorativa, in particolare quella giovanile, anche attraverso  l’attivazione di specifiche iniziative formative e di orientamento e la promozione di tirocini presso l’azienda e le imprese dell’indotto”, spiega il Segretario generale della UIL del Friuli Venezia Giulia Giacinto Menis, tra i sottoscrittori dell’accordo.

“Al fine di svolgere l’attività di informazione sulle iniziative e sulle opportunità occupazionali, oltre alla raccolta delle offerte di lavoro dell’azienda e delle imprese interessate, si prevede anche l’apertura di uno sportello dell’Agenzia regionale per il lavoro all’interno dello stabilimento di Monfalcone – elenca i punti salienti dell’accordo Menis -. Tra i sottoscrittori del protocollo viene inoltre istituito un gruppo di lavoro paritetico, che si riunirà almeno una volta ogni sei mesi e che sarà chiamato ad assicurare l’efficacia degli interventi previsti dall’accordo”.

L’obiettivo dell’accordo è in primo luogo quello di favorire le opportunità occupazionali per i lavoratori e le imprese operanti nell’indotto cantieristico di Monfalcone. Particolare attenzione è riservata anche ai lavoratori più fragili e ai giovani, compresi i Neet, gli under 30 che non lavorano e che non sono neppure inseriti in percorsi formativi o di studio. L’accordo avrà una durata di 24 mesi.

Trieste, 19 gennaio 2018