Stamane l’incontro tra l’assessore Riccardi e Cgil-Cisl-Uil 

Si è concluso l’incontro tra l’assessore regionale alla Sanità Riccardo Riccardi, accompagnato dalla direttrice centrale Gianna Zamaro e dal direttore generale Arcs Giuseppe Tonutti, e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Fvg, Villiam Pezzetta, Alberto Monticco e Mauro Franzolini, accompagnati dai rispettivi segretari di delega, Rossana Giacaz, Luciano Bordin e Luciano Bressan.

Gli argomenti affrontati hanno riguardato il recupero della fuga della spesa sanitaria fuori regione, la riduzione delle liste di attesa e l’apertura di tre tavoli: sui temi generali, sul regolamento delle case di riposo e sulla gestione delle risorse sul personale.

L’attenzione si è soffermata in particolare sulla quota di spesa sanitaria che il Friuli Venezia Giulia versa annualmente ad altre Regioni per il pagamento di prestazioni eseguite da nostri residenti in strutture del privato accreditato al di fuori del nostro territorio. Un problema, questo che alla sanità regionale costa alcune decine di milioni di euro l’anno, come ha ricordato l’assessore.

Le organizzazioni sindacali, condividendo tali preoccupazioni, hanno sottolineato la necessità di approfondimenti specifici da affrontare negli appositi tavoli tematici alla presenza delle categorie sindacali interessate. È stato inoltre sollecitato un monitoraggio, con verifica trimestrale, sulla riduzione dei tempi delle liste di attesa, sull’abbattimento dell’esodo verso altre regioni e sulla piena applicazione del corretto contratto al personale della sanità privata.

Il vicepresidente ha dato la sua disponibilità all’apertura dei tavoli tematici, tavoli per continuare la discussione e per verificare gli effetti delle azioni conseguenti al disegno illustrato. Azioni, ha affermato, che fanno parte di un percorso complessivo di rafforzamento ed efficientamento della sanità pubblica.