Analizzate le tematiche tecniche per la gestione delle pratiche Inps più articolate e complesse: cumuli tra casse di previdenza, Ape Social e lavori socialmente utili.

Si è svolta venerdì 28 settembre, nella cornice della sala riunioni del Trieste Airport di Ronchi dei Legionari, una giornata di formazione dedicata agli operatori e ai collaboratori dell’ITAL UIL del Friuli Venezia Giulia. L’incontro ha fatto seguito al corso di formazione specialistica svoltosi recentemente a Roma sul tema della previdenza ex ENPALS e rivolta ai coordinatori regionale dell’ITAL. Alla formazione ha partecipato anche la coordinatrice regionale dell’ITAL UIL FVG Gabriella De Caro.

Nel corso della giornata di formazione, grazie alla presenza di due formatori dell’area tecnica dell’ITAL UIL nazionale, sono state discusse le principali problematiche operative incontrate a livello regionale sulle pratiche Inps più articolate e complesse da gestire. In particolare si è affrontato il tema dei cumuli tra le varie casse di previdenza dei professionisti, ad esempio degli avvocati. Si è parlato anche delle problematiche relative all’integrazione tra Ape social e lavori socialmente utili.

In video conferenza è intervenuta anche il Direttore generale dell’ITAL UIL Nazionale Maria Candida Imburgia.

L’ITAL UIL resta invece in attesa di conoscere i dettagli dei provvedimenti del Governo sulla “quota 100” prima di formulare pareri tecnici al riguardo.

Sul tema si era espresso invece nei giorni scorsi il Segretario confederale Domenico Proietti con una dichiarazione pubblicata sul sito della UIL Nazionale in cui esprimeva la assoluta contrarietà del sindacato a “presunti meccanismi volti a penalizzare l’assegno pensionistico con l’uscita con “Quota 100”.

“Occorre continuare a cambiare la Legge Fornero, reintroducendo una reale flessibilità di accesso alla pensione tra i 62 e a 63 anni, senza alcuna penalizzazione – si legge nella dichiarazione -. Se il Governo si decidesse a convocarci e a confrontarsi con i sindacati, si potrebbero trovare buone soluzioni”.

Trieste, settembre 2018